GraficaTipografia

La graphic designer americana, Paula Scher

paula scher

"La tipografia è l'arte di dipingere con le parole"

Paula Scher è graphic designer, pittrice ed insegnante di design.
Negli anni Settanta quando nasceva la Pop Art, Paula Scher iniziava a lavorare come Art Director per la CBS Records (l'attuale Sony) dove realizzava copertine dei dischi in cui le linee grafiche e le illustrazioni creavano il progetto.
Le sue composizioni tipografiche riprendono stili differenti come l'Art Deco e gli stili fuori moda del Costruttivismo russo e questo ha dato un contributo al fenomeno del postmodernismo.
Nel suo primo progetto si occupa di creare una nuova identità e un sistema di grafica promozionale per il Public Theatre con lo scopo di attirare un pubblico diversificato, "doveva essere a misura di persona, rappresentare New York ed essere forte e fiero".

Dal 1991 è partner della Pentagram nella sede di New York, dove lavora fianco a fianco coi suoi collaboratori.
La nostalgia nel dipingere i caratteri a mano prima dell'era digitale l'ha portata a dipingere a mano le "Maps", le mappe del mondo, dei continenti realizzati con colori, numeri, codici, lettere.
Ha realizzato molti progetti di branding tra cui Citigroup, MoMA, Windows 8 che riporta il logo alle sue radici come una finestra.
Una delle sue citazioni che preferisco: "Bisogna essere immersi nella realtà per fare design, se non sei calato nel mondo non puoi fare nulla."

www.pentagram.com
www.historygraphicdesign.com

 

"Le idee nascono in ogni modo possibile, le migliori mi vengono in taxi mentre sono seduta nel traffico"